Vai al contenuto

Storia della Cucina cinese

  • di

Storia della Cucina cinese, gastronomia cinese, faceva parte di un post ambizioso sul nostro blog, intitolato Gastronomia cinese, ma abbiamo ritenuto che valesse la pena ampliarlo e dargli il dovuto risalto, così è diventato un post totalmente indipendente sul presente.

Storia della Cucina cinese
  • Save
Storia della Cucina cinese

L’inizio della cucina cinese risale a 5.000 o 6.000 anni aC; periodo in cui l’agricoltura, la pesca e la caccia erano le risorse fondamentali per procurarsi il cibo. I dati sulla prima tradizione culinaria cinese sono scarsi, ma è noto che durante il Neolitico (ultima età della pietra) cane, maiale e pollame erano un ingrediente comune nella dieta.

Dinastia Zhou

Le prime risaie in questa regione furono scoperte nel fiume Yangtze durante l’VIII millennio aC; ma fu solo durante la dinastia Zhou che questo tipo di cereale divenne un alimento base in questo stile culinario. Allo stesso modo, il grano, il mais, il miglio e l’orzo erano ingredienti fondamentali che venivano mescolati a diverse verdure tagliate a pezzetti.

A quel tempo si consumava il cibo con lunghi bastoni fatti di legno, ossa o bambù e da allora è rimasta la tradizione di usare il legno come posate. Dato da quanti anni le bacchette fanno parte della cultura , è comprensibile quanto i cinesi siano abili con questo strumento.

Per quanto riguarda la distribuzione del cibo nella regione, i governanti in quel secolo si resero conto di poter soddisfare la popolazione generale con semplici piatti a base di cereali; riservavano quindi ai banchetti di corte le carni e gli ingredienti di stagione più esotici.

Dinastia Han

Tuttavia, nel corso del tempo le persone hanno iniziato a scoprire altre tecniche di preparazione e i benefici della combinazione di cibi; È così che, durante la dinastia Han, gli abitanti della Cina incorporano già carne e pesce essiccati nei cereali. È in questo periodo che iniziano i processi culinari come la frittura, la cottura a vapore o gli stufati.

Da notare che lo sviluppo della cucina cinese variava a seconda del territorio; a sud c’è il Mar Cinese Meridionale, quindi le persone in questa zona avevano accesso al pesce e potevano metterlo nei loro piatti. Mentre nel nord di questa regione consumavano più carne e sorgo.

Dinastia Tang

In seguito, la dinastia Tang fu caratterizzata da una significativa crescita culturale e commerciale, che facilita l’adozione di nuove usanze culinarie come il consumo di carne di maiale, orso e gobba di cammello. Tuttavia, nel buddismo in questo periodo avvenne anche una religione che rifiuta il sacrificio degli animali per il consumo. Nasce così l’esigenza di creare una cucina vegetariana, che abbia come ingrediente principale il tofu che sostituisce la carne.

Il collegamento tra la Cina e l’estero fu favorito durante la dinastia Qing. Gli scambi commerciali avvenuti in questo periodo ebbero un grande impatto sulla gastronomia cinese, grazie all’introduzione di ortaggi nella regione; pomodoro, patate e mais iniziano a essere protagonisti di nuove ricette, a variare il sapore dei piatti e a realizzare squisiti abbinamenti.

Gli esperti affermano che in questo periodo c’erano due assi culinari: pane e riso, anche se i dolci (al vapore, hu o soup cake) avevano il loro ruolo di primo piano.

Torta HU: è una focaccia al forno.

Torte al vapore: pasta fermentata al vapore.

Torte di zuppa: tagliatelle cotte nella zuppa.

È anche in questo periodo che vengono attuati i tre pasti al giorno, due sono stati utilizzati fino a quel momento. Questo per l’aumento della produzione agricola e la prosperità che ha reso la vita notturna qualcosa di normale, comune e attuale. C’erano ristoranti (offerta e domanda per loro) raffinati e costosi come classe popolare.

Dinastia Song Nasce un

gran numero di cucine; l’uso di prosciutto, carne di dongpo, shabu-shabu, frittelle, sashimi, ecc. divenne massiccio. Allo stesso modo, molte delle complesse tecniche di cottura che conosciamo oggi furono sviluppate durante questa dinastia.

Dinastia Yuan

Che coinvolge varianti, ingredienti e altri orizzonti culturali. Tè, frutta, riso, cibi fritti, vino, latte di cavallo, vino di grano, yunashi o liquore medicinale erano termini comuni alla cucina.

Dinastia Ming

La dinastia Ming ha creato molta prosperità e diversità culturale, con il cibo (gastronomia) come uno dei suoi assi principali. L’andare a mangiare cominciò a trasformarsi da bisogno fisiologico a piacere, a divertimento.

In termini di tecnologia culinaria, si parla comunemente di bollitura, cottura, frittura, arrosto, salamoia, ecc.

Risalgono a questi tempi piatti come il granchio ripieno, il fegato di drago al vapore, lo stufato di pesce yinzi, il pollo fritto, il pollo bollito, l’anatra in salamoia, l’agnello al vapore, ecc.

Dinastia Qing

Dopo l’unificazione della Cina da parte dei qin, gli elementi della società feudale divennero gradualmente sempre più completi e lo stato unificato svolse un ruolo importante nel promuovere lo sviluppo delle forze produttive, la vita alimentare delle persone divenne sempre più ricca e la tecnologia di cottura si sviluppò ulteriore.

Il segno più evidente è l’uso di pentole in ferro e olio vegetale in cucina.

Il ferro è più resistente alle alte temperature rispetto al bronzo, il trasferimento di calore è più veloce, il bronzo è per lo più più goffo, la parete esterna è molto spessa, il trasferimento di calore relativo è lento e il ferro è molto più leggero, insieme al commercio di materie prime di ghisa, ferro divenne presto popolare e il coltello e la pala di ferro sono più sottili e affilati, il che facilita notevolmente il taglio delle materie prime.

La fonte dell’olio vegetale è più sicura, i piatti sono più deliziosi con l’aggiunta di olio e l’olio fa derivare molti dei metodi di cottura originali unici per arricchire le tecniche di cottura.

Secondo le statistiche, i metodi di cottura che compaiono al momento nella concentrazione dei punti sono il metodo pro-maiale, il metodo vegetariano e il metodo lattuga.

Molto lusso è dato nel cibo e nelle bevande delle classi abbienti; c’erano centinaia di ricette per carni calde e fredde (uccelli, mammiferi, pesce, ecc.)

Leggi anche: Storia della Cucina cinese

riso fritto cinese

Risorse esterne: Sohu.com; Zuanlan

Esta entrada también está disponible en: Deutsch (Tedesco) Español (Spagnolo) Français (Francese) Nederlands (Olandese) English (Inglese) Italiano Melayu (Malay) Polski (Polacco) Português (Portoghese, Portogallo) Română (Rumeno) Svenska (Svedese)

Share via
Copy link
Powered by Social Snap