Gastronomia cinese

  • di

Gastronomia cinese: di tutti gli stili culinari esistenti in tutto il mondo, la gastronomia cinese è una delle più antiche. Gli ingredienti ei metodi di preparazione utilizzati in questa cucina ricercano l’equilibrio armonico di tutti i sapori ei colori in un unico piatto.

Soddisfare la fame non basta nella gastronomia cinese; i cuochi specializzati in questa modalità, imparano ad abbinare cibi diversi in grado di donare felicità ad ogni boccone. Allo stesso modo, questa versatilità degli ingredienti garantisce piatti sani, completi e nutrienti. L’espansione del cibo cinese in tutti i continenti è stata importante per molti anni, quindi tutti noi ad un certo punto abbiamo avuto l’opportunità di provare alcune delle loro specialità.

Tuttavia, per tutti coloro che sono amanti di questo cibo, sarà interessante sapere qualcosa in più su questa squisita varietà gastronomica.

Storia

L’inizio della gastronomia cinese risale a 5.000 o 6.000 anni aC; periodo in cui l’agricoltura, la pesca e la caccia erano le risorse fondamentali per procurarsi il cibo. I dati della prima tradizione culinaria cinese sono scarsi, ma è noto che durante il Neolitico (ultimo periodo dell’età della pietra) il cane, il maiale e gli uccelli costituivano un ingrediente abituale della dieta.

Le prime risaie in questa regione furono scoperte nel fiume Yangtze durante l’VIII millennio aC; Ma non è stato fino alla dinastia Zhou che questo tipo di cereale è diventato un punto fermo in questo stile culinario. Allo stesso modo, grano, mais, miglio e orzo erano ingredienti fondamentali che venivano mescolati con diverse verdure tagliate a pezzetti.

A quel tempo si consumava il cibo con lunghi bastoncini di legno, ossa o bambù e da allora è rimasta la tradizione di usare il legno come posate. A causa del numero di anni in cui le bacchette fanno parte della cultura cinese, è comprensibile il livello di destrezza che i suoi abitanti hanno con questo strumento.

Per quanto riguarda la distribuzione del cibo nella regione, i governanti di quel secolo si resero conto di poter soddisfare la popolazione generale con semplici piatti a base di cereali; perciò riservavano le carni e gli ingredienti di stagione più esotici ai banchetti di corte.

Tuttavia, nel tempo le persone hanno iniziato a scoprire altre tecniche di preparazione e i benefici dell’abbinamento degli alimenti; È così che durante la dinastia Han, gli abitanti della Cina incorporavano già carne e pesce essiccati nei cereali. È in questo periodo che iniziano i processi culinari come la frittura, la cottura al vapore o gli stufati.

Da notare che lo sviluppo della gastronomia cinese è variato a seconda del territorio; a sud c’è il Mar Cinese Meridionale, quindi le persone di questa zona avevano accesso al pesce e potevano introdurlo nei loro piatti. Mentre nel nord di questa regione si consumava una maggiore quantità di carne e sorgo.

Successivamente la Dinastia Tang fu caratterizzata da un’importante crescita culturale e commerciale, che facilitò l’adozione di nuove usanze culinarie come il consumo di carne di maiale, orso e gobba di cammello. Tuttavia, in questo periodo avvenne anche l’istituzione del Buddismo; una religione che rifiutava il sacrificio degli animali per il consumo. Nasce così l’esigenza di creare una cucina vegetariana, che avesse come ingrediente principale il tofu che sostituisse la carne.

Il collegamento tra la Cina e l’estero fu favorito durante la dinastia Qing. Lo scambio commerciale avvenuto in questo periodo ha avuto un grande impatto sulla gastronomia cinese, grazie all’introduzione di verdure nella regione; pomodori, patate e mais cominciarono a recitare in nuove ricette, variare il sapore dei piatti e realizzare abbinamenti squisiti.

Antica gastronomia cinese

In base al viaggio che abbiamo fatto nella storia della gastronomia cinese, possiamo apprezzare che fin dall’antichità sono stati utilizzati ingredienti che sono ancora considerati fondamentali in questo stile: cereali e verdure. Per questo motivo il valore culturale e storico che è stato attribuito al cibo cinese è importante e riconosciuto a livello internazionale. Fin dai tempi degli imperatori, i cuochi cinesi determinarono le migliori strategie per trasformare animali esotici in piatti prelibati, facili da mangiare e da gustare.

Inoltre, hanno saputo conservare per secoli il loro stile ed estenderlo ad altri continenti; anche molti paesi hanno creato i propri adattamenti del cibo cinese e lo hanno incorporato nella loro gastronomia. Sarebbe quindi corretto parlare della gastronomia cinese come di una tecnica culinaria contemporanea? No, poiché la sua essenza viene da tempi molto antichi; infatti, gli ingredienti ei procedimenti utilizzati nella cucina tradizionale cinese hanno subito negli anni poche modifiche.

Profitti

Da anni gli specialisti studiano l’effetto del cibo cinese sull’organismo: i piatti cinesi possono davvero apportare benefici alla nostra dieta? Sì, e il motivo principale è legato alle porzioni di cibo che vengono servite in questa modalità.

La gastronomia cinese ha piatti molto vari; Hanno tutti i tipi di nutrienti che dovremmo consumare ogni giorno, ma le quantità dei diversi alimenti non sono esagerate. Questa caratteristica permette di accontentare i consumatori, senza superare i limiti ad ogni pasto.

Un altro fattore chiave in questo stile di cibo è l’uso delle bacchette per mangiare; infatti, è un altro motivo per cui i cinesi mantengono un basso indice di grasso corporeo. La spiegazione è molto semplice, questi utensili raccolgono porzioni di cibo molto piccole, il che ci permette di masticare più lentamente e di digerire il cibo in modo più efficace.

Per tutti coloro che sono intolleranti al lattosio, questo stile di cucina potrebbe diventare la vostra dieta per la vita. L’uso del latte o dei suoi derivati ​​non è comune nella gastronomia cinese, il che rappresenta un vantaggio anche per chi è a dieta o ha bisogno di mantenere bassi i livelli di colesterolo.

Tradizionale

Se ti dicessero che il cibo cinese che assaggi nel tuo paese in realtà non lo è, ci crederesti? Questo stile culinario è diventato popolare in tutto il mondo, ma è proprio questa espansione che ha generato alterazioni nelle ricette originali. Quindi, se è possibile che quello che hai mangiato per tutto questo tempo, non sia un piatto tradizionale della gastronomia cinese.

Con l’arrivo degli immigrati cinesi principalmente nel continente americano, i nativi di questa regione iniziarono ad utilizzare le loro tecniche culinarie; ma hanno incorporato gli ingredienti che avevano a disposizione e gradualmente hanno creato le loro versioni del cibo “cinese”.

Tuttavia, il cibo cinese tipico e originale è suddiviso in 8 tradizioni culinarie, ognuna delle quali ha caratteristiche e stili diversi.

Queste divisioni sono chiamate regioni e sono le seguenti:

  1. Gastronomia cantonese o Yue
  2. Gastronomia Sichuan o Chuan
  3. Jiangsu o gastronomia Su
  4. Gastronomia Hunan o Xiang
  5. Gastronomia di Zhejiang o Zhe
  6. Gastronomia Anhui o Hui
  7. Gastronomia Fujian o Min
  8. Shandong o la gastronomia Lu

Caratteristiche

Assaggiare l’ampia varietà di piatti che fanno parte della cucina cinese richiederebbe molti anni; È uno stile culinario molto ampio che richiede un certo livello di conoscenza culturale. Sebbene riconosciamo il cibo cinese per i suoi colori vivaci e il sapore intenso, identificare da quale regione proviene è un compito più complicato.

La Cina è divisa in molte regioni, di cui le più rilevanti dal punto di vista gastronomico sono le seguenti tre: Guangdong, Sichuan e Shandong. Ogni regione esprime la sua essenza utilizzando ingredienti specifici nelle sue preparazioni; Tuttavia, contengono tutti elementi comuni della gastronomia cinese che non possono mancare.

Caratteristiche gastronomiche della regione del Guangdong

Questa regione situata nel sud della Cina, ha il vantaggio di essere a contatto con il mare e di sfruttare le specie che abitano le sue acque; Per questo motivo è molto comune che pesce e crostacei vengano utilizzati in piatti di questo stile.

Un altro aspetto che caratterizza la cucina di questa regione è l’utilizzo di cibi freschi e poco stagionati, qual è il motivo? Conserva il più possibile il sapore originale degli ingredienti. Inoltre, a differenza di altre province cinesi, l’uso di salse o condimenti piccanti non è comune nel Guangdong.

Caratteristiche gastronomiche della regione del Sichuan

Gli ingredienti comunemente usati in questa regione sono pepe, zenzero, peperoncino e alcune erbe aromatiche; sapori senza dubbio forti e speziati che daranno un carattere caldo e intenso ai piatti. Ma non è tutto, la gastronomia del Sichuan può realizzare anche piatti dolci, aromatici, amari, aspri e salati; La chiave per ottenere risultati squisiti è usare la giusta quantità di spezie e aggiungerle agli ingredienti al momento giusto.

Caratteristiche gastronomiche della regione dello Shandong

Essendo una regione costiera; l’uso di crostacei, cetrioli di mare, calamari e pesce è comune in questa cucina. Le specie marine non sono però gli unici ingredienti, lo Shandong si caratterizza anche per il grande consumo di grano e mais per la preparazione di focacce, frittelle e jiaozi. Per quanto riguarda i metodi di cottura, in questa regione spicca la tecnica della frittura, brasatura e frittura.

Piatti tipici

  • Sole fioco: questo piatto di origine cantonese è una sorta di panino che racchiude molti sapori e consistenze. In genere si tratta di una tortilla di riso, frumento o tapioca; Questo piccolo impasto può essere farcito con carne, verdure o pesce. A seconda del tipo di ripieno utilizzato e della modalità di cottura, sarà una specifica varietà Dim sun.
  • Chow mein: questo piatto tipico della gastronomia cinese è solitamente il preferito da molte persone, per la sua versatilità e il sapore intenso. Consiste in tagliatelle fritte saltate con verdure, carne o pollo; aromatizzati con vari condimenti ed erbe aromatiche.
  • Zongzi: è una ricetta molto importante della cultura cinese, poiché fa parte dei banchetti del Dragon Boat Festival; tuttavia, in altre regioni non è molto popolare a causa della sua difficoltà di preparazione. Per fare questo, il riso deve essere bollito o cotto a vapore, quindi modellato a triangolo, inserito in un ripieno e avvolto con foglie di bambù.
  • Jiaozi: è una specie di tortino dall’impasto molto sottile, simile ai ravioli italiani. Possono essere farciti con qualche tipo di carne o verdura e per cucinarli possono essere bolliti o fritti. Se mai visiterai la Cina nel nuovo anno, ti renderai conto dell’importanza che danno a questo piatto in queste date, poiché lo collegano alla buona sorte.

Xian

Xian è la capitale della provincia cinese Shaanxi; una città che è stata l’epicentro di molti eventi politici nella storia della Cina, in quanto capitale di varie dinastie imperiali. Inoltre, alcuni decenni fa sono stati scoperti i Guerrieri di Terracotta in queste terre, il che ha reso Xian un importante centro turistico.

Ma la rilevanza culturale e storica di questa città non è tutto, la sua gastronomia è un altro fattore che la distingue dalle altre province cinesi. Uno dei piatti locali più venduti ai nativi di Xian e ai turisti è il Paomo de Ram; È una zuppa di carne di agnello con pane aromatizzato con zenzero, anice, finocchio, scalogno e altre spezie che gli conferiscono un sapore unico.

Non si può non parlare del Roujiamo, una ricetta Xian molto rappresentativa che è presente in tutte le case e i ristoranti di questa città. Consiste in due pagnotte o torte ripiene di carne di maiale, manzo o Baiji che ha un aspetto molto simile ai panini di carne o alle arepas di grano farcite.

Biglietti

L’antipasto è il pasto che precede il piatto principale; preparare i commensali a consumare il piatto principale. Idealmente, a questo punto, i piatti dovrebbero essere serviti con una porzione piccola e leggera, facilmente digeribile. Nella cucina cinese, wok di pollo o verdure, zuppe, frittelle di pesce cinesi o Jiaozi sono comunemente serviti come antipasto.

Il Baozi è un altro tipo di piatto che funziona come antipasto; Sono piccole palline di pasta ripiene di carne macinata o verdure, preferibilmente al vapore. La sua forma ricorda una piccola cipolla e oltre ad essere usata come antipasto, i cinesi la consumano spesso a colazione.

È salutare

La salute o meno di un piatto cinese dipenderà dagli ingredienti che contiene e dal modo in cui viene preparato. Quegli alimenti che hanno una percentuale maggiore di verdure e sono cotti al vapore o bolliti, saranno ovviamente considerati salutari. Ma non possiamo ignorare il fatto che alcune tradizioni gastronomiche cinesi abusano di salse, condimenti e sale; in altri casi l’olio può essere protagonista, per friggere o rosolare il maggior numero di ingredienti.

Pertanto, consumare questi stili culinari in eccesso può portare a problemi di salute come obesità o problemi di colesterolo.

La gastronomia cinese è salutare
  • Save
La gastronomia cinese è salutare

Il cibo cinese fa ingrassare

Nella cucina cinese abbondano i cibi bolliti o al vapore, che hanno un basso livello di calorie. Ma ci sono anche un gran numero di piatti e salse ad alto contenuto di grassi; ad esempio abbiamo pollo o maiale in agrodolce, riso fritto cinese o involtini di uova.

I piatti citati hanno un’alta percentuale di calorie dovuta agli ingredienti che contengono e al modo in cui vengono cucinati, pertanto il loro consumo regolare può favorire l’aumento di peso o problemi cardiovascolari.

Ha glutine

Il glutine è presente nel grano, che è una parte importante della cucina cinese; i noodles, il pane e le tortillas usati in alcuni piatti cinesi contengono glutine. Tuttavia, questo non significa che le persone celiache o intolleranti al glutine non possano consumare cibo cinese, poiché ci sono anche ricette che non contengono questo composto.

Il riso è senza glutine, uno degli alimenti principali di molti piatti di questa gastronomia; Se lo consumi al vapore o bollito, accompagnato con verdure o qualche tipo di carne, puoi gustare uno squisito piatto orientale senza intaccare la tua salute.

è ratto

La cucina cinese ha vari piatti esotici che possono causare molte controversie in Occidente; zuppa di serpente o di pinne di squalo sono alcuni dei casi, ma senza dubbio il cibo che ha generato più polemiche è il topo fritto.

È vero che in Occidente questo animale è sempre stato imparentato con lo sporco, ma in Cina è considerato un altro alimento proteico, come il pollo o l’agnello. In questo e in altri paesi asiatici questi roditori vengono catturati o allevati e poi fritti nella maggior parte dei casi. Tuttavia, viene utilizzato solo in casi specifici, tutti i piatti cinesi non contengono questa carne.

Leggi anche: Cucina turca ; Riso fritto cinese

Esta entrada también está disponible en: Español (Spagnolo) English (Inglese) Deutsch (Tedesco) Français (Francese) Magyar (Ungherese) Nederlands (Olandese) Italiano Română (Rumeno) Português (Portoghese, Portogallo) Melayu (Malay) Svenska (Svedese)