Davide e Betsabea

  • di

Davide e Betsabea. Betsabea era una delle mogli di Davide e la madre del re Salomone. La storia di Betsabea divenne nota nella Bibbia nel contesto del peccato del re Davide. Prima di sposare il re d’Israele, Betsabea era la moglie di Uria l’ittita.

La Bibbia dice che Betsabea era figlia di Eliam e nipote di Aiphoel il Gilonita (2 Samuele 11:3; 23:34). Il suo nome significa probabilmente “figlia di un giuramento” o “settima figlia”. È anche chiamata nel testo biblico Bathsheba, che significa “figlia dell’abbondanza” (1 Cronache 3:5).

Betsabea e Uria

Prima del suo coinvolgimento con Davide, Betsabea era la moglie di Uria, un soldato ittita nell’esercito di Davide. La Bibbia non fornisce alcuna informazione o dettaglio della vita personale di Betsabea e Uria.

Tutto ciò che si sa è che un certo giorno Betsabea fu vista da Davide mentre si stava lavando. Poiché egli la vide dalla terrazza del suo palazzo, in qualche modo il luogo dove Betsabea stava facendo il bagno non era del tutto privato. A quel tempo Uria era sul campo di battaglia al servizio dell’esercito di Israele. Qualsiasi intimità coniugale tra lui e Bathsheba è avvenuta prima di questi eventi.

Davide era impressionato dalla bellezza di Betsabea e non poteva sottomettere i suoi desideri peccaminosi. All’inizio non sapeva chi fosse Betsabea, ma presto gli fu detto dai suoi servi che era la moglie di uno dei suoi guerrieri. Nonostante ciò, Davide ordinò che la donna fosse portata nel suo palazzo. Lì giacque con Betsabea e compì il suo peccato di adulterio.

Dopo aver sedotto Betsabea, il re Davide scoprì che lei era rimasta incinta di suo figlio. Così cercò in tutti i modi di far credere a Uria che il bambino fosse suo. A tal fine, ordinò a Uria di tornare nella città di Gerusalemme nel tentativo di convincerlo a tornare a casa e giacere con Betsabea. Se ciò fosse accaduto, lui non avrebbe sospettato la sua gravidanza.

Ma Uria non accettò di tornare a casa e giacere con sua moglie mentre i suoi compagni erano impegnati in una guerra. Davide cercò persino di farlo ubriacare, ma lui non volle cedere. Fu allora che Davide sprofondò ancora di più nel peccato ordinando che Uria fosse messo davanti alla battaglia per essere ucciso (2 Samuele 11).

Davide e Betsabea

Dopo che il dolore di Betsabea per la morte del marito era passato, Davide la prese in moglie. Forse nella sua mente in quel momento pensava di aver risolto tutti i problemi e la sua reputazione e l’onore di Betsabea erano preservati. Tutto sembrava tranquillo e nascosto, ma Dio aveva visto quello che Davide aveva fatto e sicuramente non era contento.

Il Signore mandò il profeta Natan per denunciare il peccato di Davide e mettere a nudo la sua miseria. Prima Nathan raccontò a Davide una specie di parabola e tutto ciò avvenne in modo tale che, ancor prima di rinsavire, Davide fu disgustato dalla situazione descritta dal profeta e dichiarò che l’uomo che aveva commesso un tale peccato era degno di morte. Così, quando seppe che si trattava del suo stesso caso, il re d’Israele se ne pentì profondamente.

Ma Davide era un uomo secondo il cuore di Dio. Temeva il Signore e aveva vero zelo e impegno per la volontà di Dio. Il Salmo 51 mostra tutta la sua contrizione quando si rese conto di aver trasgredito la Legge del Signore che tanto amava e di cui si dilettava.

Tuttavia, nonostante l’autentico e sincero pentimento di Davide, il figlio del suo adulterio morì (2 Samuele 12). Più tardi, già legalmente sposati, insieme Davide e Betsabea furono genitori di altri quattro figli: Salomone, Shimea, Shobab e Nathan (1 Cronache 3:5).

Davide e Betsabea, immagine
  • Save
Davide e Betsabea 2

La regina madre

Di tutti i figli di Betsabea e Davide, Salomone fu senza dubbio il più illustre. Anche l’incoronazione di Salomone avvenne in un momento in cui c’era una cospirazione per il suo fratellastro, Adonija, per assumere il trono di Israele. Così Betsabea, insieme al profeta Nathan e al sacerdote Zadok, furono importanti per impedire che Adonija riuscisse nella sua pretesa. Essi riuscirono a convincere Davide a proclamare rapidamente Salomone come re. Quando questo accadde, Betsabea divenne regina madre in Israele.

Più tardi lo stesso Adonija si mise a convincere Betsabea affinché chiedesse al re Salomone di dargli in moglie Abishag. Abishag era stata la moglie di Davide. In questo contesto Adonija fu infine ucciso (1 Re 1-2). Infine, come madre di Salomone, Betsabea è menzionata nel Nuovo Testamento quando è inclusa nella genealogia di Gesù (Matteo 1:6).

Leggi anche:

Esta entrada también está disponible en: English (Inglese) Deutsch (Tedesco) Français (Francese) Nederlands (Olandese) Italiano